Titolo+CondividiSu
Titolo CondividiSu

Premi Nazionali per la Traduzione, edizione 2018

Alla Biblioteca Angelica di Roma, il Direttore Generale - Paola Passarelli ha consegnato gli otto Premi Nazionali ai traduttori ed editori italiani e stranieri distintisi per l'edizione 2018

Il 10 aprile 2019 alle ore 10.00 sono stati conferiti, nel salone Vanvitelliano della Biblioteca Angelica di Roma, i Premi Nazionali per la Traduzione, istituiti dal Ministero per i beni e le attività culturali, destinati a traduttori ed editori italiani e stranieri che hanno contribuito, con pubblicazioni edite, a elevare la quantità e la qualità degli scambi reciproci fra la cultura italiana e le altre culture. I Premi, riferiti all’Edizione 2018, sono stati attribuiti su parere dell’apposita Commissione, presieduta dal Prof. Michele Bernardini e di cui fanno parte i professori: Maria Cristina Assumma, Franco Buffoni, Riccardo Campa, Luca Crescenzi, Daria Galateria e Barbara Ronchetti.

I premi sono così attribuiti:
Quattro Premi maggiori a:
Silvia Bre, che traduce un’ampia messe di titoli resi in italiano dall’inglese e spicca per professionalità e metodo e per l’imponente quantità di lavoro svolto come traduttrice professionale da oltre quarant’anni.
Moshe Khan (Germania), che traduce in lingua tedesca con intensa attività e bravura esegetica autori come Tozzi, Pasolini, Malerba, Fenoglio, Levi e Benni.
Casa Editrice Zibaldone (Spagna), per l’operato di diffusione della cultura italiana in ambito ispanico e l’incentivazione delle relazioni culturali mediante la pubblicazione di materiali originali e la traduzione di opere sia su supporto cartaceo sia on-line.
Casa Editrice Pisa University Press, la cui attività editoriale si articola in manualistica di testo, in atti di convegni, in sinossi documentarie (Quaderni della Fondazione Galilei; Antonio Pacinotti nel centenario della morte) e in compendi monografici (Opere di Giacomo Matteotti).                            

Quattro Premi speciali a:
Caterina Graziadei, traduttrice e docente di letteratura russa, attraversa un arco temporale di oltre tre decenni e si distingue per accuratezza delle traduzioni.
Donatella Guida, per la traduzione di un’opera in cinese del XIX secolo con numerosi problemi interpretativi linguistici e storici. Si tratta del romanzo di Li Ruzhen, Destini dei fiori nello specchio, apparso per la casa milanese ObarraO, un romanzo ambientato nell’impero Tang dell’VIII secolo d. C.
Elena Maria Liverani, traduttrice esperta dall’ampia e consolidata traiettoria, comprensiva, tra l’altro, di circa 16 opere di Isabel Allende, tradotte per Feltrinelli (tra le quali, Afrodita, La figlia della fortuna, Ritratto in seppia, Inés dell’anima mia e L’amante giapponese).
Editorial Transalpina, per le pubblicazioni legate alla storia locale, allo spazio geografico mitteleuropeo, al folklore, alla montagna.

La Direzione generale biblioteche e istituti culturali ha assegnato ad ognuno dei Premi maggiori 12.960,00 e ad ognuno dei Premi speciali € 8.515,75.

Documenti

 Comunicato stampa

(documento in formato pdf, peso 315Kb)

 Invito

(documento in formato pdf, peso 64Kb)


Fotogallery

Condividi su:

torna all'inizio del contenuto