Titolo+CondividiSu
Titolo CondividiSu

Napoli in scena

Alla Biblioteca Nazionale di Napoli, a corollario della mostra, si tiene una rassegna di incontri con i protagonisti del teatro napoletano, per svelare appunti inediti, scritti autografi, copioni originali. Fino al 15 settembre 2022

Dopo il Prologo dei mesi scorsi, entra nel vivo la mostra Napoli in scena: alla Biblioteca nazionale di Napoli l'esposizione dedicata alla produzione e alla pratica teatrale napoletana, ai suoi luoghi e ai suoi protagonisti presenti nella sezione Lucchesi Palli, collezioni preziose che si arricchiscono nel tempo, grazie alle continue generose donazioni, di foto, locandine, copioni, materiali d’archivio, cimeli, arredi.
Copioni usurati, pieni di note, correzioni, cancellature, passati di mano in mano da capocomici, attori, suggeritori; ma anche moltissimi bozzetti, scenografie, costumi; e poi le testimonianze di interpreti famosi del mondo della scena, descrizioni di allestimenti e messinscene che ci mostrano come quella teatrale fosse un’attività strettamente inserita nel tessuto economico e sociale.

Oltre la mostra
Una rassegna di incontri con i protagonisti del teatro napoletano accompagnerà il percorso della mostra.
Martedì 24 maggio ore 17.00 il primo appuntamento:
Anna Maria Ackermann intervistata da Esther Basile.
Anna Maria Ackermann ha debuttato in teatro con Eduardo, lavorando per dieci anni nella sua compagnia come attrice giovane. Lunga la sua attività nel cinema, come doppiatrice e alla radio, nonché in alcuni sceneggiati prodotti dalla RAI. Tra i suoi compagni di lavoro Nino Taranto, Roberto De Simone, Mariano Rigillo, Pietro De Vico, Ugo D’Alessio, Toni Servillo


La mostra

 

La mostra è un viaggio suggestivo nella storia dello spettacolo della città partenopea, fenomeno che si lega alla sua cultura e alla sua identità. Al visitatore si offrono, le immagini di Petito in scena, le lettere scritte da Gabriele D’Annunzio nel tentativo di impedire ad Eduardo Scarpetta di mettere scena la parodia della Figlia Di Iorio, le inconsuete foto di Titina attrice di rivista, Vincenzo Scarpetta e la sua versatile attività, le foto dal set e dalle scene di Totò e Taranto, le tracce del Viviani riletto da Patroni Griffi e i bozzetti di Fiorito prodotti per il primo Martone.
Il racconto della mostra curata da Gennaro Alifuoco e Francesco Cotticelli, con la collaborazione di Cristina Del Fiacco, prende spunto dalle collezioni custodite alla Lucchesi Palli.Il progetto scenico e multimediale è a cura di Kaos Produzioni con la direzione artistica di Stefano Gargiulo e la consulenza artistica di Giuliano Longone Viviani.

Dagli scaffali della specialissima sezione Lucchesi Palli della Biblioteca Nazionale, immersa nella continuità del Palazzo Reale e del Teatro San Carlo vengono fuori copioni usurati, pieni di note, correzioni, cancellature, passati di mano in mano da capocomici, attori, suggeritori; di bozzetti, scenografie, costumi, le testimonianze di interpreti famosi del mondo della scena. L’immaginario evocato dai documenti e dalle carte della Biblioteca si porge al visitatore attraverso le suggestioni di voci, suoni e immagini e l’immersione in una città-teatro generata dal progetto scenico e multimediale a cura di Kaos Produzioni. Il visitatore è proiettato nell’epoca d’oro del Teatro Fiorentini e nell’opera dell’impresario Adamo Alberti; nei fasti del teatro San Carlino dove nasce la parodia, partecipa alla causa di Gabriele D’Annunzio contro Eduardo Scarpetta, la prima causa per il diritto d’autore in Italia, si accompagna agli attori della tradizione e assiste agli spettacoli dell’avanguardia, snodi in un discorso che tende a suggerire la complessità del fenomeno, la molteplicità dei punti di vista, la continuità e le innovazioni in un arco di tempo plurisecolare.


La mostra resta aperta fino al 15 settembre 2022
Il progetto è cofinanziato dalla Regione Campania, con fondi del Programma Operativo Complementare della Campania 2014-2020.

Info: http://www.bnnonline.it/index.php?it/22/eventi/827/napoli-in-scena-prologo

Ingresso gratuito. La mostra è visitabile ogni mercoledì (orario10-13) con prenotazione obbligatoria

Info: bn-na.lucchesipalli@beniculturali.it



Informazioni

Data di inizio: 22 dicembre 2021 ore 11:00
Data di fine: 15 settembre 2022
Telefono: 0817819111
Url Web: http://www.bnnonline.it

Dove

Biblioteca Nazionale di Napoli
Città: Napoli
Indirizzo: Piazza del Plebiscito 1
Regione: Campania
Email: bn-na@beniculturali.it


Condividi su:

torna all'inizio del contenuto